Ciao Don Mattia

Home / Varie / Ciao Don Mattia

Ciao Don Mattia,
chi ti scrive è una catechista che, anagraficamente, potrebbe esserti mamma.  E’ questo sentimento materno che è prevalso in me appena ho saputo, otto anni fa, che saresti venuto tra noi. Tra le altre cose,ricordo perfettamente di avere detto: “Ma come farà ? così giovane. Ragazzi dobbiamo stargli vicino”.
Poi sei arrivato tu, gigante buono.
Non so se nel corso di questi anni,  hai avvertito la nostra vicinanza, ma piano piano da sacerdote da accudire, sei diventato nostra guida. All’inizio di ogni anno di catechismo ci siamo sempre incontrati, con le catechiste del mio gruppo, per avere da te idee e suggerimenti sul nuovo cammino. Le tue indicazioni erano sempre chiare e precise anche se arrivavano…..sul filo di lana.

Con il tempo abbiamo imparato infatti a conoscerti.
Sapevamo che tu ci avresti sicuramente aiutato e dato le risposte che cercavamo, ma senza troppo anticipo. Abbiamo condiviso con te, con i ragazzi, con i loro genitori, giornate bellissime Ricordo con particolare piacere ai ritiri spirituali, come quello svolto a Concesio, presso la casa natale di papa Montini, dove ci hai aiutato a conoscere  la figura di Paolo VI. E poi quello a Roma per pregare con Papa Francesco. Abbiamo girato la città in lungo e in largo dietro al bandierone del nostro oratorio, che tu “gigante buono” sventolavi con orgoglio : Impossibile perdersi.
E che dire del ritiro  trascorso ad Assisi, dove ci hai fatto conoscere non solo S. Francesco, ma anche i frati e le suore che vivono oggi il suo messaggio.
E  poi ancora a Firenze, dove ci hai fatto incontrare con la figura  anche il carisma di Don Lorenzo Milani, portandoci a Barbiana a vedere quello che fu il luogo del suo “esilio pastorale” ma anche della sua scuola che lo rese “famoso” tra i giovani di quel tempo.
Ma soprattutto ,caro don Mattia ricorderò la “normalità” dei nostri incontri setti-manali in oratorio, prima e dopo il catechismo.
Ed ora? Dopo aver percorso tante strade insieme, ci attende un’altra meta: Oratorio di Castegnato –Seminario Diocesano. Stavolta il tragitto è breve  ma forse è il più faticoso , sia per te che per noi. Affronta questo viaggio con la soli-ta tua  serenità,  sapendo che la valigia di ognuno di noi catechisti è piena degli incontri, delle parole, delle confidenze, delle risate, delle preghiere, forse anche di qualche incomprensione, ma soprattutto dei tanti  doni che abbiano ricevuto da te, nei sacramenti. Ricorda che in questo nuovo servizio che ti attende, nel soffio dello Spirito Santo, ci siamo anche tutti  noi.

Un abbraccio,  Angela.

Related Posts

Leave a Comment